Oro Digitale | L’importanza di una strategia social per un’impresa locale

Il social marketing per un ristoratore, un commerciante, un artigiano od una qualsiasi attività locale è diventato di primaria importanza: non basta essere online ma bisogna anche farlo meglio degli altri.

di Mikel Capelli

Non solo Google: negli ultimi anni le persone si affidano sempre più spesso ai social network per soddisfare il proprio bisogno di ricerca soprattutto in ambito locale.

In questo panorama non fa eccezione Bergamo, anzi la provincia orobica risulta essere una delle zone trainanti dell’innovazione digitale italiana. Di conseguenza le PMI bergamasche si stanno adeguando velocemente alle nuove metodologie di ricerca e comunicazione dettate dalla rete.

I social infatti sono ovviamente molto popolari e frequentati: questo ha reso possibile una targetizzazione ed una profilazione dei propri clienti per le piccole e medie imprese un tempo impensabile.

Partiamo da un dato: oltre il 90% delle persone attive su Facebook, ad esempio, lo utilizza in mobilità attraverso uno smartphone. Basterebbe questa considerazione per comprendere quanto sia vitale per una impresa locale sfruttare al meglio la propria presenza su questo e sugli altri social.

Ma è solo un primo step: attraverso un’utilizzo professionale del pannello di profilazione degli utenti di Facebook ad esempio è possibile creare delle campagne a pagamento indirizzate verso il pubblico ideale. Basti pensare che è possibile selezionare il proprio target di interesse attraverso:

  • scelta delle persone che risiedono, siano transitate di recente o stanno transitando in una determinata area geolocalizzata
  • indicazione degli utenti attraverso fasce d’età, genere, sesso, lingua
  • modalità di interazione con la propria pagina facebook, app, sito internet o lista profilata
  • raggruppamenti basati su interessi, comportamenti o aree di lavoro

Non solo: è possibile creare delle campagne per coinvolgere un pubblico più ampio, che non ha ancora interagito con noi ma che potrebbe rientrare, per affinità basate su tali parametri, nel segmento di nostro interesse.

Vi è infine un’altra motivazione per considerare l’utilizzo dei social necessario tanto quanto la visibilità data attraverso Google in una strategia di comunicazione online per una attività locale e cioè la soddisfazione della cosidetta domanda latente.

Se infatti Google ed i vari motori di ricerca intercettano l’esigenza immediata (domanda espressa) di chi si trova nelle condizioni di dover ottenere una risposta istantanea che soddisfi i propri bisogni i social network permettono invece di ‘creare il ricordo’ di un prodotto o servizio (domanda latente) all’interno della quotidianità di quegli utenti che rientrano in una possibile occasione futura di conversione verso il processo di acquisto.

Domanda espressa e domanda latente hanno modalità del tutto diverse nel percorso che avvicina una persona al vostro business ma sono entrambe essenziali all’interno di una strategia di comunicazione aziendale: se la prima infatti porta ad un riscontro immediato la seconda coltiva ed amplifica la portata della vostra reputazione e della vostra presenza in rete.

Mikel Capelli
è consulente di Web Marketing per le piccole e medie imprese a Bergamo,

ha un debole per la musica degli anni ’70 (quella bella, dice) e per le cose fatte bene.

Per Radio 2.0 ha scritto anche:
Oro Digitale | Imprese e innovazione a Bergamo: l’importanza del web
Oro Digitale | Il valore di un’impresa su Facebook non si misura con i Like
Oro Digitale | Quanto conta la presenza online di un’impresa a Bergamo?

 

Oro digitale social marketing